• Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3

A grande richiesta vi proponiamo una serie di passeggiate che si possono fare a
partire dalla Sede Scout di via Risorgimento.

Destinazione

Itinerario

tempo

Difficoltà

Madonna della Rovinata

In via Airoldi e Muzzi (sopra l’ospedale Manzoni), attraversiamo il ponte sul torrente Bione, che resta così sulla nostra sinistra, e dopo 100 metri incontriamo un altro piccolo ponte che ci fa a sinistra del torrente. Procediamo in salita su una strada stretta, si prende quindi la mulattiera acciottolata che sale ripida a sinistra verso il Santuario Madonna della Rovinata.

Incontriamo lungo il percorso le 13 edicole della via crucis e si arriva alla chiesetta della Rovinata

Presso la chiesetta c’è uno spiazzo di medie dimensioni per giocare e una fontana

 

20 min

Facile
(LC)

Campo de’ buoi

 

Dalla sede scout si sale in via Airoldi e Muzzi (vedi le indicazioni per La Rovinata) e si segue poi la carrozzabile fino ad un gruppetto di case di Campo de Boi di fuori, dove c’è la piccola chiesetta di San Giovanni Battista (XVIIsec.) e campanile (XVIIIsec)

A campo de buoi ci sono alcuni grandi prati per giocare - Acqua nei pressi della casa sotto il campo da calcio

1 h

Facile
(LC / EG)

Campo de’ buoi (itinerarario 2)

 

Eventualmente prendendo il bus numero 5,

si sale alla partenza della funivia,

si segue il sentiero 1 (quello che sale verso Erna) abbastanza piano fino al ponte di legno e si sale quindi per 50 mt di dislivello fino a Campo dei Buoi

 

1,5 h

Facile
(LC / EG)

Neguggio

Partendo da dove inzia il sentiero per la Rovinata...

Ma ci si può andare solo di inverno, altrimenti il contadino si lamenta che gli roviniamo l'erba

Facile
Carbonera A carbonera meglio andare solo di inverno, altrimenti il contadino si lamenta che gli roviniamo l'erba :-) Facile

 

Monte Barro -

http://www.parcobarro.lombardia.it

 

 

San Michele

Si sale da Malgrate, il sentiero parte dal semaforo del ponte vecchio

Poco sotto alla chiesa diroccata di San Michele c’è un prato con vista sul lago e delle griglie per il barbecue fisse

Acqua nei pressi del posteggio a destra della chiesa

 

45min

Facile

 

Pian Sciresa

Si sale da Malgrate, il sentiero parte dal semaforo del ponte vecchio, dopo il fontanile si seguono le indicazioni per Pian Sciresa.

Una fontana nei pressi del “rifugio”

ci sono alcuni grandi prati per giocare (attenzione alle buche e ai resti delle trincee)

 

1,20h

Facile
(LC / EG)

 

Eremo del Monte Barro da pian Sciresa

Il sentiero parte da Pian Sciresa e si sale in vetta al monte barro.

A 20 minuti a sud della vetta c’è la piana del sanatorio con prati e acqua nei pressi della chiesetta

1,5h (da Pian Sciresa)

Medio (EG)

Eremo del Monte Barro da Galbiate
  1. Si parte da Villa Bertarelli (Rif. n. 1 in mappa), sede del Parco, sita a Galbiate nell’omonima via
  2. proseguire sino a Camporeso (Rif. n. 2 in mappa) nucleo di case medioevale dove ha sede il Museo Etnografi co dell’Alta Brianza (MEAB).
  3. Proseguire fino all’Eremo (Rif. n. 4 in mappa), e la chiesa di Santa Maria.
  4. Discesa verso pian Sciresa: scendere la strada per due tornanti e prendere il sentiero sulla destra
Facile (2h) EG
Camporeso

dalla sede del parco monte barro, in centro a Galbiate, prendere via Trento

Ma ci si può andare solo di inverno, altrimenti il contadino si lamenta che gli roviniamo l'erba

Facile

 

Grigne

 

 

Cappelletta del San Martino

Da Rancio seguire la via che costeggia il cimitero che diventa mulattiera e poi sentiero.

Oltrepassare due reti paramassi fino al cartello "Ferrata Medale" e sentiero 52.

Al bivio per la ferrata proseguire per il sentiero 52.

si giunge alla chiesetta del san martino, ottima vista,

no spazio e no acqua

vedere anche

http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=807713

1,5h

Medio (RS)

 

Cappelletta del San Martino

Dalla chiesa dei frati di Lecco, in fondo a viale turati, imboccare via Santo Stefano, in prossimità del cartello che indica Via Stelvio fare attenzione al bivio sulla sinistra con indicato il sentiero 53 e l'inizio dell'alta via delle grigne.

Imboccare il sentiero, oltrepassando una rete metallica, dopo pochi metri metri si incrocia un sentiero più marcato, che va preso a sinistra.

A questo punto si seguono i segni rossi senza possibilità di errore.

si può seguire la traccia principale, oppure (consigliato) la variante che passa nel canale, più impegnativa ma più interessante.

diversi passaggi attrezzati e splendidi scorci panoramici, fino al rifugio piazza. Dal rifugio, si segue la mulattiera di discesa fino al San Martino.

 

 

 

Piani Resinelli

Dalla fermata del bus di Laorca, si sale lungo la strada asfaltata e al curvone si tiene la destra e si prende - a sinistra - la carrareccia per Pomedo.

Prima del ponte si gira sinistra nella stradina che entra nella Val Calolden. Si sale fino alla mulattiera. Si sale sino a raggiungere il Piazzale delle Miniere dei Piani Resinelli e il rifugio SEL (Società Escursionisti Lecchesi)  che è a 200 metri dalla Casa Scout dei resinelli (www.casascoutlecco.altervista.org)

 

2,5h

Medio (RS)

 

Moregallo
(sulla sponda opposta a Lecco)

 

 

San Tomaso

http://www.santomaso.it/itinerari.html

http://www.santomaso.it/

 

 

 

San Pietro al Monte

Da Civate, dal parcheggio di via Cerscera alta imboccare un viottolo tra due villette (cartello indicatore con i segnavia n. 10 e 11) e sbucare in via del Pozzo. Voltare a sinistra e seguire la via che poi diventa un viottolo in cemento che sale alla frazione Pozzo.

Proseguire (cartelli indicatori, seguire il segnavia n. 10) fino alla Cascina dell’Oro, dove inizia la mulattiera acciottolata (segnavia n. 10) fino alla chiesa di San Pietro (m 662)

http://www.amicidisanpietro.it/

1,15h

facile

 

Cornizzolo


Croce del Cornizzolo

  1. Da Civate, dal parcheggio di via Cerscera alta imboccare un viottolo tra due villette (cartello indicatore con i segnavia n. 10 e 11) e sbucare in via del Pozzo. Voltare a sinistra e seguire la via che poi diventa un viottolo in cemento che sale alla frazione Pozzo.
  2. Proseguire (cartelli indicatori, seguire il segnavia n. 10) fino alla Cascina dell’Oro, dove inizia la mulattiera acciottolata (segnavia n. 10) fino alla chiesa di San Pietro (m 662)
  3. Dietro l’edificio, prendere il sentiero n. 7 che si abbassa leggermente fino al torrente e poi prosegue sul versante opposto della valle in direzione del Ceppo della Forcola; a quota 750 m c.a (cartello indicatore) si incontra il sentiero n. 9 che proviene direttamente dal basso: si sale a sinistra e, seguendo quest’ultimo sentiero, si prosegue fino ad incontrare (m 890 circa) il sentiero n. 9a che taglia in diagonale il versante sud del Monte Rai.
  4. Al termine della traversata si esce sulla vasta sella che unisce il Monte Rai (a destra) al Monte Cornizzolo ( a sinistra); seguendo la stradina sterrata (o il dorso erboso della cresta) verso ovest si giunge in breve al rifugio Marisa Consiglieri (m 1110 – ore 1,15 da San Pietro).

Resegone

pubblichiamo qui una versione modificata della cartina edita dall'ente regionale Ersaf con indicati alcuni sentieri in più.

Carta Resegone ERSAF con correzione ed aggiunta di sentieri