• Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3
  • Agesci Scout Lecco 3

 

La Carta del Clan

"La Scure"


INTRODUZIONE

La carta di clan è un documento per identificarci come comunità scout. La carta descrive i nostri pensieri, obbiettivi e modi di essere in fatto di Servizio, Strada, Comunità e Fede, oltre ad un nuovo punto Scelta. Noi siamo un gruppo variegato, fatto di individui con idee e personalità differenti, che ciò nonostante, non ci impediscono di creare un gruppo solido e coeso. Per evitare di limitarci a discorsi e giri di parole abbiamo corredato ogni sezione di obiettivi concreti e verificabili. Il primo e generale obiettivo che ci poniamo è senz’altro quello di rileggere insieme la carta di clan almeno una volta all’anno proprio per evitare di smarrire i nostri propositi. La carta di clan viene firmata in un’apposita cerimonia proposta dai capi clan da tutti coloro che col proprio esempio e con si impegnano a farsi protettori e dei valori della stessa carta nonché testimoni col proprio agire.

 

SERVIZIO

Un buon servizio non deriva dalla dimostrazione forzata di doti particolari ma dalla volontà di mettersi in gioco gratuitamente.Il servizio non è utile solo agli altri ma costituisce anche una gratificante crescita, una possibilità di imparare a relazionarsi con gli altri e un'apertura al prossimo.Perché non è il servizio ad aver bisogno dello scout ma è lo scout ad avere bisogno del servizio.Per noi servizio è l'offerta indiscriminata di aiuto agli altri, è la consapevolezza di essere importanti per qualcuno indipendentemente dalle nostre capacità.

Obiettivi

1. Ci impegniamo a prestare servizio senza discriminazioni
2. Del proprio meglio per il servizio anche all'interno del clan
3. Almeno un'uscita di servizio gratuito prestato all’esterno dell’AGESCI

 

STRADA

Facendo strada si impara a conoscere non solo i propri limiti, ma anche quelli della comunità, scegliendo così insieme la meta più appropriata.  Fare strada costa fatica, ma crediamo che il sacrificio sia indispensabile per raggiungere gli obiettivi prefissati: la strada è semina dolorosa per raccolti di felici ricordi. Vogliamo vivere la strada come esempio di essenzialità, portando questo valore anche nella vita di tutti i giorni e cercando di trasmetterlo agli altri, non per superbia ma perché ci crediamo.Su questo cammino spesso la natura ci si pone davanti e suscita in ognuno di noi impressioni e riflessioni diverse, da poter condividere con tutto il Clan. La strada per noi è un'esperienza continua, che non consiste nel solo raggiungimento della meta, ma nel percorso per arrivare ad essa.

Obiettivi

1. Non limitarci alla semplice strada a piedi (almeno un uscita con mezzi alternativi)

 

COMUNITA'

Per noi la comunità è un gruppo di persone con cui scegliamo di condividere  valori, obiettivi, idee ed esperienze. All'interno della comunità di Clan riteniamo sia importante dare e ricevere sostegno per una crescita personale, da poter portare anche al di fuori del mondo scout. Per questo riteniamo indispensabile all’interno del clan che ognuno metta in gioco il proprio spirito di collaborazione, di inventiva e iniziativa nonché la propria propositività nel fare le cose, nel prendersi un impegno e nel portarlo a termine.  Ci impegniamo ad essere aperti e disponibili nel fare ma soprattutto nell'accettare consigli e/o critiche costruttive che ci vengono fatte dagli altri, senza sentirci giudicati, al fine di far crescere la comunità e con la consapevolezza che incomprensioni all’interno della comunità, se riappacificate,  non fanno altro che rafforzare alcuni legami e la forza di un gruppo dal quale nessuno si dovrebbe sentire estraniato. Riteniamo che il principale obiettivo della nostra comunità scout non sia solo la creazione di legami sinceri e duraturi, ma soprattutto che ognuno abbia una presenza e una partecipazione costante e attiva, mettendo a disposizione della comunità i propri talenti e le proprie competenze.

 

FEDE

La fede è un cammino continuo e personale di ricerca, che non ha una meta definita e uguale per tutti, perché è un percorso il continua evoluzione. Inoltre, la comunità aiuta i singoli a progredire nella loro crescita spirituale, grazie ai momenti di condivisione, di confronto e di testimonianza. Nonostante la fede si sviluppi in noi in maniere differenti, la maggioranza del clan si identifica nel credo Cristiano Cattolico; tuttavia le opinioni discordanti sono bene accette in quanto spunti di dialogo e di riflessione. Essendo persone ancora in cammino, ci scontriamo spesso con i nostri dubbi: il più frequente è la superficialità. Essa è dovuta alla meccanizzazione dei riti a cui siamo abituati. Un altro dubbio è il distacco tra la nostra idea di fede e l'istituzione della Chiesa. Per supportare la nostra ricerca, ci poniamo degli obiettivi come l'organizzare più spesso (frequenza: ogni due mesi) degli incontri con persone significative che condividano con noi la loro esperienza di fede, di qualsiasi tipo essa sia, e la partecipazione attiva e la concentrazione durante il rito della Messa.

Obiettivi

1. Cercare qualora possibile di coinvolgere maggiormente il nostro AE perché riteniamo che sia soprattutto con lui che possiamo capire alcuni nostri dubbi
2. Deserto come momento fondamentale di crescita spirituale (almeno una volta all’anno)

 

SCELTA (PARTENZA E SALUTO)

Siamo giunti alla conclusione di dover aggiungere anche il punto Scelta alla nostra Carta di Clan, in quanto, in passato, nel nostro clan si sono verificati episodi spiacevoli, in cui la scelta di prendere la partenza extra associativa è stata percepita come una scelta di seconda categoria. Per evitare che questo si ripeta, abbiamo deciso primariamente di discutere di cosa sia per noi la partenza e cosa il saluto, secondariamente di formalizzare qui le nostre conclusioni. Sia il saluto che la partenza presuppongono la certezza della conclusione del proprio cammino di crescita personale e comunitario, all’interno del clan. Inoltre, si vuole fornire un vademecum dei cerimoniali. Fondamentale è precisare che partenza e saluto hanno la medesima importanza, e che la partenza può prevedere un percorso associativo o uno extra associativo che, appunto, se così si può dire, si trovano sullo stesso livello di validità e responsabilità. Analizziamo qui di seguito caso per caso.

PARTENZA

La partenza consiste nel completo raggiungimento dei quattro punti precedentemente illustrati, di cui si decide, nella propria vita, di essere testimoni . In particolare la cerimonia sarà la seguente:

1. La scelta degli invitati è a discrezione del partente: devono essere un numero ragionevole e significativo di persone, che possono essere sia scout che “non scout”;
2. La scelta del luogo in cui si svolgerà la cerimonia è a discrezione del partente;
3. Il partente all’inizio della cerimonia legge la lettera destinata al clan, in cui spiega le motivazioni della sua scelta;
4. Il partente è tenuto a richiedere, in modo esplicito, la forcola al componente del Clan che per lui/lei è stato più significativo nel suo percorso scout;
5. Il patente deve comunicare in un momento di clan la data della partenza, annunciando a voce la decisione (in modo di aver tempo di rendere conto ed eventualmente commentare);
6. La modalità è a discrezione del partente (hike/non hike)
7. I seguenti valori: fede, comunità, strada, servizio, devono obbligatoriamente essere rappresentati da simboli scelti a discrezione del partente;
8. Permane l’obbligo della scure come simbolo del gruppo clan;
9. Permane l’obbligo della forcola come simbolo della scelta.

SALUTO

Il saluto consiste nel non accogliere la proposta AGESCI nel suo complesso: tuttavia non va interpretato come un traguardo non raggiunto o, peggio, una via di fuga. Significa avere, in parte o  totalmente, altri obiettivi rispetto a quelli che l’associazione propone.  In particolare, la cerimonia del saluto seguirà tutti i  punti di quella della partenza, a eccezione del fatto che la mancanza di uno o più simboli, rappresentanti i valori obbligatori sopracitati, indicherà la non adesione allo stesso/agli stessi.

Scarica la carta di clan in PDF